L’Istituto Clinico Locorotondo si trova al di fuori del perimetro ZTL del Comune di Palermo

  • Dal lunedì al venerdì,
    dalle ore 09.00 alle 13.00
    e dalle ore 14.00 alle 18.00.
  • Via G. Daita, 15, Palermo
    091 343354 – 329 1414006 (solo msg wa)
    prenotazioni@locorotondoistituto.it

La storia

L’Istituto Clinico Locorotondo nasce nel 1998 per la precisa volontà del Dott. Nicola Locorotondo di ampliare i servizi offerti ai propri clienti dalla medicina di laboratorio alla medicina ambulatoriale e diagnostica strumentale.

L’Istituto è, infatti, un poliambulatorio specialistico di diagnostica clinica e strumentale, in grado di offrire prestazioni sanitarie altamente qualificate. Nel 2000, per far fronte al maggior carico di lavoro, ha trasferito le attività presso gli attuali locali di via G. Daita n° 15, più ampi e confortevoli.

Tale opportunità ha consentito di offrire ai propri utenti una più ampia gamma di prestazioni sanitarie, con un più elevato profilo organizzativo. Uno staff di medici specialisti di provata esperienza, supportato da strumentazioni al passo con il progresso scientifico e tecnologico garantisce un servizio efficiente, puntuale e preciso.

Il direttore tecnico – sanitario è il dott. Roberto Zagami specialista in Radiologia

Le finalità

L’obiettivo primario dell’Istituto Clinico Locorotondo è quello di offrire un servizio con elevati standard di qualità dovuti sia all’alto grado di competenza professionale dei propri collaboratori che alle più moderne strumentazioni utilizzate.

Per rispondere in maniera sempre più efficace alle esigenze del cliente, l’Istituto è costantemente volto a:

  • migliorare la qualità del servizio attraverso l’attivazione della rilevazione dei reclami;
  • migliorare la comunicazione con i medici attraverso corsi d’aggiornamento, materiale scientifico divulgativo e un costante scambio di esperienze professionali al fine di fornire un miglior servizio all’utenza;
  • migliorare la qualità della vita dell’utenza, attraverso i servizi, consapevoli dell’importanza che assume la variabile “benessere soggettivo” nell’implementare la disponibilità e le capacità adattative della “Persona” in ogni ambito di vita, ispirandosi alla logica pragmatica del “Total Quality Management”;
  • ricercare e progettare interventi finalizzati ad incrementare l’efficacia delle prestazioni sanitarie erogate e a individuare percorsi diagnostico-terapeutici sempre più adeguati alle esigenze attuali e future degli utenti;
  • implementare l’utilizzazione di indicatori di qualità sui servizi erogati;
  • individuare obiettivi misurabili. Al fine di garantire la qualità delle prestazioni, viene adottato il metodo della verifica e della revisione della quantità e della qualità delle prestazioni e si assicura, per il monitoraggio delle attività, l’adozione del sistema degli indicatori di qualità.
Condividi